1994

è il 1994, e ormai, quando si parla di raduno Biker in Italia, si pensa immediatamente alla Biker Fest. Gli organizzatori iniziano a prendere coscienza dell'importanza nazionale e internazionale del proprio evento, che suscita ammirazione, ma anche molta invidia in certi ambiti. Le sue immagini vengono registrate anche da reti televisive nazionali per realizzare spot e documentari sul motociclismo Biker (spesso le fanno passare per materiale americano)! In questa edizione gli ospiti musicali di spicco sono gli svizzeri Angy Burry & Apaches (CH), che hanno già suonato al più importante motoraduno del mondo, quello di Sturgis (USA), e John Kanady venuto direttamente dal Texas (USA) con il suo essenziale trio blues. Il venerdì sera il club viene invitato da una assortita schiera di gruppi MC, a togliersi i "colori" nel corso della manifestazione, violando una regola basilare di non belligeranza in occasione di raduni. Fatto estremamente scorretto ma che libera finalmente gli organizzatori da ogni obbligo nei confronti della "fratellanza MC" che ritiene poco rappresentativa del settore biker italiano. Alle oltre 10.000 presenze viene data l'opportunità, attraverso il Bike Show, di vincere ben tre voli alla Daytona Bike Week 1995 in USA (rimarrà una tradizione ripetuta ogni anno). Attrazioni, musica, show, stand ed un'area sempre più abbellita, illuminata ed attrezzata accoglie i partecipanti. Il palco in quest'occasione è veramente all'altezza della situazione ed una grande atmosfera di fratellanza accomuna tutti nella grande piana del Tagliamento, ogni anfratto ed ogni radura viene occupata. Il pomeriggio della domenica purtroppo viene macchiato da una grave tragedia: Antonino Pappalardo, biker trentaquattrenne di Catania è travolto dall'auto di un folle che ferisce gravemente anche altri motociclisti di Milano, uno dei quali rimane gravemente ustionato nell'incendio della propria moto.Il singolare e triste evento mette in subbuglio l'opinione pubblica nazionale. Amici degli organizzatori bloccano in modo roccambolesco il "pirata assassino" mentre fugge su un mezzo pubblico ed in seguito si prodigano per fargli infliggere un'adeguata pena. Non sarà così.