1991

Nel 1991, alcuni problemi di carattere economico con la Pro Loco locale fanno spostare la location della manifestazione a Osoppo, la cui Giunta Comunale, a soli 18 giorni dalla data d'inizio, nega i permessi, costringendo così l'organizzazione a ritornare a Villanova, ma soprattutto, a reimpostare la Biker Fest in soli 15 giorni. Gli sforzi sono premiati dalla soddisfazione di vedere l'evento fra le pagine della rivista tedesca Bikers News (la più accreditata del settore), che lo considera, a ragion veduta, uno fra i raduni più importanti d'Europa. Spettacolare concerto con Kim Brown, ex Kim & The Cadillac, buon amico degli organizzatori. Pioggia battente anche quest'anno sui quasi 6.000 partecipanti raggiunti il sabato sera. In occasione di questa quinta edizione vengono distribuiti dal presidente del Gruppo organizzatore 8.000 questionari, dove si chiede ai partecipanti il proprio parere riguardo alla nascita di una rivista biker tutta italiana. Grande è l'entusiasmo generale, il presidente del gruppo, che ha già lasciato il proprio lavoro per dedicarsi a questa grande avventura, trova le conferme necessarie per partire: nell'ottobre 1991, in occasione del Motor Show di Bologna, nasce ufficialmente BIKERS LIFE, la prima rivista biker italiana